What We Do

Innovazione? L’ingrediente segreto è la passione

Creare il futuro è una sfida che richiede non solo grandi competenze tecnologiche, ma anche la capacità di mettere in discussione il mondo che ci circonda. Una caratteristica che ha sempre contraddistinto Fabio Vite, Operational Excellence Manager, nello stabilimento produttivo di Cairo Montenotte per Trench S.r.l., società del gruppo Siemens.

Una storia di successo inizia sempre con la costruzione di un percorso. 

Dopo la scuola superiore, Fabio si iscrive alla facoltà di informatica dell’Università di Genova, ma fin da subito iniziano a nascere dei dubbi: e se non fosse questa la via più giusta per lui?

 

Senza quindi dare nulla per scontato, Fabio decide quindi di cambiare strada, ricominciando da capo a Ingegneria elettrica, indirizzo automazione industriale. 

Un momento che ha segnato la sua vita: infatti da quel momento matura la consapevolezza del cambiamento come strumento di crescita e della passione come elemento irrinunciabile.

 

Ingegneria elettrica si rivela la strada giusta e in seguito Fabio si laurea con una tesi sperimentale: un’opportunità entusiasmante, anche se all’epoca poco diffusa, per iniziare a mettere in pratica quanto studiato. Entra così in contatto con Nuova Magrini Galileo, azienda leader nel settore delle infrastrutture energetiche, che sarà acquisita da Siemens a distanza di qualche anno.

 

Quello che è iniziato come un progetto di laurea, diventa un’esperienza di sei anni, con incarichi di crescente responsabilità. In questo periodo il suo motto è “Non smettere mai di imparare!”.

 

Il bagaglio di competenze di Fabio è ormai molto ricco quando decide di intraprendere una nuova avventura. Consapevole di dover espandere le proprie conoscenze e di confrontarsi con realtà differenti, nel 2004 Fabio cambia azienda per dedicarsi alla progettazione e relativo commissioning  del sistema di controllo delle centrali elettriche, operando su tecnologie particolarmente innovative.

Volevo allargare i miei orizzonti. Non bisogna aver paura di cambiare, è necessario uscire dalla comfort zone per continuare a dare il massimo.

Lavora in tutto il mondo, a contatto con molte persone provenienti da differenti culture: in questo modo non solo sviluppa il suo know-how tecnico, ma anche l’attenzione alla collaborazione tra colleghi e partner come fattore di successo. Un’evoluzione professionale e personale che prosegue anche nel corso dell’esperienza successiva, in una società di grandi cantieri navali.

 

La svolta arriva però nel 2007, dalla stessa società in cui tutto era iniziato, ora denominata Trench e parte del gruppo Siemens. Questa volta lo aspetta un’opportunità differente da tutto quello che aveva affrontato in passato: supportare un processo di trasformazione sia culturale che tecnologica del sito produttivo di Trench in Italia, per affrontare un mercato in continua evoluzione. Fabio è assunto come Operational Excellence Manager per la sede di Cairo Montenotte: la sua missione è ripensare e rinnovare i processi in ottica di un miglioramento continuo, secondo i dettami della  lean manufacturing.

 

In questo ruolo Fabio trova la sfida della vita: usare la sua curiosità e la voglia di continuare a cambiare per creare qualcosa di veramente innovativo.

 

In breve tempo e con tanta grinta, Fabio ed il suo team lavorano per trasformare la fabbrica: mette la sua voglia di innovare al servizio di ogni processo e questo permette di aumentare flessibilità ed efficienza dell’intero stabilimento. Il segreto è non dare mail nulla per scontato, ma cercare sempre di trovare una soluzione migliore mettendo in discussione lo status quo. 

 

Cairo Montenotte è così diventata uno dei siti produttivi più innovativi del settore, un vero esempio di eccellenza firmata Siemens. 

Non si tratta di un semplice traguardo tecnologico, ma del risultato di un grande sforzo di collaborazione all’interno dell’azienda. Per questo Fabio ribadisce: “Ascoltare e coinvolgere: due requisiti essenziali per lavorare in squadra. Tutti devono avere un obiettivo comune: solo in questo modo si possono raggiungere risultati straordinari. Non conosco una soddisfazione più grande di questa!”

 

Attualmente Fabio è a capo di un team di 16 persone, a cui non smette mai di trasmettere un messaggio molto importante:

Ognuno di noi ha nelle mani il proprio destino, dobbiamo fare scelte consapevoli e assecondare le nostre passioni: questa è la vera chiave del successo.